Archivio degli autori Associazione AXP

DiAssociazione AXP

“Il sociologo detenuto” Una storia etnografica

[…] Errori giudiziari? Giustizia all’ingrosso? Uso spregiudicato dei collaboratori di giustizia? Complotto giudiziario-politico? Difesa inadeguata? Vendetta andata fuori controllo? Un mix di tutto questo, probabilmente, può spiegare i venticinque anni finora trascorsi nelle carceri italiane da Alessandro Limaccio. Per arrivare a condannare un innocente basta spesso uno solo di questi ingredienti.
Conviene essere colpevoli se si è condannati col fine pena mai. Almeno un modo per sottrarsi all’ergastolo c’è, anche se spesso non è praticabile perché si rischia di mettere in pericolo i propri famigliari: ‘‘pentirsi’’, diventare cioè collaboratori, dando nomi e informazioni utili ai giudici per le loro indagini. In realtà un modo sicuro, infallibile, ci sarebbe, eccome, ed è la Costituzione, che all’articolo 27 dice che le pene devono tendere alla rieducazione del condannato. Ma uno che è stato condannato senza aver commesso il fatto, estraneo per di più all’ambiente in cui il delitto si è consumato, di che cosa può pentirsi? Che nomi e che informazioni può fornire, che servigio può rendere alla Giustizia? La Giustizia italiana, il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria ha quindi a maggior ragione il dovere di trovare una via d’uscita per il Sociologo detenuto, che non solo non ha alcuna possibilità di ‘‘collaborare’’, ma che mai chiederà clemenza. Il dovere, ma anche la convenienza, perché il caso Limaccio sta ormai diventando imbarazzante. Per trarsi d’impaccio si faccia aiutare, il DAP, dalla Corte Costituzionale, applicando la recente sentenza che ha rimesso mano al cosiddetto ergastolo ostativo pronunciandosi a favore della possibilità di ottenere permessi premio. Si faccia aiutare dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, adeguandosi subito al suo recente pronunciamento con cui ha bocciato l’ergastolo ostativo, perché viola l’articolo 3 della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo, l’articolo che vieta «trattamenti inumani e degradanti». Si faccia aiutare dal Presidente della Repubblica, questo Presidente della Repubblica, facendo in modo che arrivi sulla sua scrivania una richiesta di grazia per iniziativa di chi in tutti questi anni ha avuto il privilegio, dall’interno del mondo carcerario, di essere testimone di una dignità, una forza e un equilibrio fuori dal comune. Un riconoscimento che sia anche riconoscenza per il lavoro svolto come sociologo, per i dati preziosi raccolti in queste pagine.
[…] Dopo più di cinque lustri, il Sociologo embedded in quella periferia del mondo che è l’universo carcerario italiano ha bruciato ogni record di durata di un’inchiesta etnografica sul campo, tutta vissuta in comunione con la sua gente, come facevano certi missionari-antropologi dei secoli scorsi. È ora di chiudere il capitolo, perché c’è un tempo per ogni cosa. Con questo libro, offerto alla comunità scientifica, agli addetti ai lavori, ai suoi compagni e alla società civile, missione compiuta.

DiAssociazione AXP

Camocim de Sao Felix – Brasil – Pastorale Psicosociale – “Saude Legal”

Camocim de Sao Felix – Brasil

Progetto: Formazione e azione sociale della pastorale carceraria.

Costo: € 2.800,00

Realizzato maggio 2019

progetto continuatuvo annualmente

DiAssociazione AXP

Programma Salute Legale – Camocim de Sao Felix – Brasil

progetto realizzato

Camocim de Sao Felix – Brasil

Costo progetto: 2500 $

realizzato

DiAssociazione AXP

Acquisto materiale per le pulizie ed igiene personale

Valore progetto per l’acquisto materiale: 1000 €

DiAssociazione AXP

Progetto “Computer per complesso detenuti

Acquisti di 10 portatili  per i detenuti che studiano nella carcere di Rebibbia.

DiAssociazione AXP

Progetto Per Arredare 6 Nuove Aule Scuola Maria Eugenia Velandia Arjona – Colombia

Ora che le nuove aule sono state ultimate è necessario arredarle quanto prima possibile, servono banchi, lavagne, cattedre, tutto il necessario per poter accogliere il più presto possibile tutti i bambini, che adesso sono tutti ristretti, nelle poche aule dove i maestri si trovano a far lezione con difficoltà a una media di 40/50 alunni, “seduti anche per terra che non è dignitoso”.

Troppi alunni per un’aula creano non pochi problemi e disagio per tutti. Per questo necessitiamo di arredare con la massima urgenza le nuove aule. I bambini aspettano con gioia di poter utilizzare le nuove aule, in un ambiente più idoneo, come in ogni scuola che si rispetti; per poter studiare, ed  essere accolti e seguiti meglio dai maestri.

Costo Progetto: € 4.500

Per il vostro contributo:

 Con c/c Postale N° 44157063

Intestato a: “Associazione Padre C. Colelli O.N.L.U.S.”

Viale Monte Oppio 28 – 00184 Roma (Italia)

A mezzo di Bonifico Bancario dall’Italia

IBAN: IT95 P056 9603 2000 0000 9028 X17

Banca Popolare di Sondrio

Bonifico Bancario dall’Estero

IBAN: IT95 P056 9603 2000 0000 9028 X17

Codice: BIC/SWIFT : POSO IT22

Associazione Padre Carlo Colelli O.N.L.U.S.

Banca Popolare di Sondrio Ag. N° 11 Roma – ITALY 

progetto completto nel febbraio  2019

DiAssociazione AXP

Acquisto Computer per detenuti Universitari

Un modo per riscattare una persona detenuta è farlo studiare

Allora il nostro progetto consiste proprio nel sostenere i loro studi superiori e universitari e con la donazione di un portatile personale per fecilitare sia lo studio e le lezioni che vengono portati in CD, ma anche di scrivere i loro lavori e a la tesi finale.

Prezzo di ogni computer di circa 350 euro,

Fino adesso abbiamo donato 9 portatili – ma hanno bisgono del tuo aiuto che possano avere altre persone.

DiAssociazione AXP

Acquisto 10 computer per Chris Cappel College – Kerala – India

Costo Progetto 5.800,00 €

Questi computer servono per completare un laboratorio informatico per la scuola che ha 360 alievi.
Ogni postazione ha un desktop con monitor, tastiera e mouse,  fornito di software e applicazioni per la formazione – e la protezione agli sbalzi della corrente elettrica..

 

 

Completato il progetto il settembre 2017

 

.